La costipazione dovuta a un intestino neurogeno non è semplice da gestire - ma non devo più conviverci

Pubblicato da Fabiola Molla, 12-apr-2021 16.08.53

La Sclerosi Multipla ha colpito principalmente il mio sistema nervoso autonomo che è la causa del mio intestino neurogeno. Sfortunatamente, molte persone oggi (che abbiano o meno la SM) soffrono di problemi intestinali: la costipazione è spesso una condizione sottovalutata, ma può influire in maniera decisiva sulla qualità della vita, provocando frustrazione, gonfiore, disagio, imbarazzo e... troppo dispendio di tempo ed energia!

1246754-constipation-caused-by-neurogenic-bowel-is-horrible-16-9-some-hc-1

Come prima cosa ho provato a cambiare stile di vita

Ho provato con la dieta, con l'esercizio fisico ma con il passare degli anni è diventato evidente che non stavo facendo progressi e che la mia condizione continuava a peggiorare e cominciava ad avere un impatto importante sulla mia vita quotidiana.

Mi vergognavo a tenerlo nascosto alla mia famiglia, ma ero convinta che fosse qualcosa che dovevo risolvere da sola

Sono arrivata al punto che non ero più in grado di evacuare regolarmente ed è diventato evidente che dovevo agire.
Alla fine, ho deciso di parlarne con la mia infermiera che mi ha fornito i riferimenti degli specialisti di prodotto e del Customer Care e con loro ho iniziato un trattamento fatto di lassativi, supposte e tutto quello che potete immaginare.

Riprendere il controllo grazie all’Irrigazione Transanale - con un po’ di training

Infine mi è stata proposta l'irrigazione transanale (TAI), da eseguire attraverso un dispositivo elettronico per la gestione dell'intestino. All'inizio non è stato molto incoraggiante avere davanti un dispositivo di controllo collegato a tubi, pompa e contenitore d’acqua ma grazie alla guida esperta di un'infermiera specializzata, ogni fase della procedura è risultata chiara.

Lo strumento è incredibilmente facile da usare e finalmente ho sentito di avere di nuovo il controllo. Ho ricominciato a fare progetti, ho ripreso fiducia in me stessa e a vivere con un po’ più spontaneità.

Tutto quello di cui ho bisogno è un bagno e posso gestire la mia vita come chiunque altro.

Supporto telefonico e in video

L'assistenza post training è stata incredibile: il team di supporto è sempre disponibile a rispondere a qualsiasi domanda o a risolvere quei piccoli imprevisti che potresti incontrare.

Usiamo spesso FaceTime, Messenger o Whatsapp e questo è stato particolarmente utile quando stavo ancora prendendo confidenza con il kit: gli specialisti e il Customer Care sono sempre stati disponibili ad aiutarmi.

Il mio consiglio per gli altri: non soffrite in silenzio

Non sei mai solo in questa situazione, c'è sempre qualcuno a cui puoi rivolgerti per un consiglio quando stai affrontando una sfida, quando sembra che niente funzioni. L’ho vissuto io in prima persona.

Ho riconquistato la mia indipendenza, e quando viaggio porto con me il mio kit per la TAI senza dover spiegare cosa c'è nello zainetto.

Abbi coraggio e provaci. Sii paziente e alla fine andrà tutto bene!Scarica la guida "La vita con l'irrigazione transanale"* Sebbene le nostre storie siano vere, i nomi e le immagini potrebbero essere stati modificati per proteggere la loro privacy. Grazie per la comprensione.
Foto credit: Jacob Townsend - Unsplash

Argomenti: Irrigazione transanale, Sclerosi Multipla, Gestione dell'intestino, Disfunzione intestinale, Intestino neurogeno