I tre problemi vescicali femminili più comuni

Pubblicato da Cecilia Giordani, 31-ago-2018 10.47.57

Cercami su:

Sensazione di bruciore, urgenza di andare in bagno o qualche piccola perdita?
I sintomi del basso apparato urinario (LUTS) sono molto comuni nelle donne, spiacevoli e imbarazzanti.

Ti aiuteremo a comprendere la terminologia.

Incontinenza

1. Incontinenza

L'incontinenza urinaria provoca perdite involontarie di urina. Si manifesta più spesso nelle donne rispetto agli uomini con un’incidenza fino a 3 volte superiore e con ancora maggiore frequenza, 10 volte tanto, nelle donne che soffrono di incontinenza da sforzo.

Diversi tipi di incontinenza

  • Incontinenza da sforzo
    L’incontinenza da sforzo è molto comune nelle donne dopo una gravidanza o il parto. La gravidanza indebolisce il pavimento pelvico e potrebbe essere più difficile contrarre i muscoli e gli sfinteri nella parte inferiore della vescica.
    Colpi di tosse, starnuti o l’esercizio fisico possono causare piccole perdite involontarie di urina.
  • Incontinenza da urgenza
    L’incontinenza da urgenza si manifesta con il desiderio intenso e improvviso di urinare. La muscolatura della vescica si contrae quando non dovrebbe e provoca perdite involontarie di urina. Questo tipo di disturbo è causato da una disfunzione nella vescica e da lesioni o danni al sistema nervoso associati a sclerosi multipla.
  • Incontinenza mista
    Si può soffrire contemporaneamente di entrambi i tipi di incontinenza sopra descritti, da sforzo e da urgenza; in questo caso si parla di incontinenza mista.
    In casi particolarmente gravi, sia per l’incontinenza da sforzo che per quella da urgenza, si può ricorrere a trattamenti di tipo chirurgico.

Le cause di incontinenza

Le cause di incontinenza femminile sono molteplici, tra queste la vescica iperattiva e l’indebolimento (o prolasso) degli organi pelvici.

Vescica neurogena iperattiva

La vescica neurogena iperattiva causa problemi di continenza: si avverte un bisogno improvviso e urgente di urinare, difficile da controllare e che causa perdite involontarie di urina.
L’urgenza di andare in bagno può insorgere sia per chi soffre di incontinenza sia per chi non presenta questo problema e generalmente si manifesta con il bisogno frequente di urinare, anche durante la notte.

La vescica iperattiva è un problema più comune tra le donne che tra gli uomini.

Prolasso degli organi pelvici (POP)

Il pavimento pelvico è un gruppo di muscoli che formano una sorta di “cuscinetto” intorno all’apertura pelvica. Questi muscoli hanno il compito di mantenere gli organi pelvici – vescica, utero, vagina, l’intestino tenue e il retto – in sede.

Si parla di prolasso degli organi pelvici (POP) quando i muscoli del pavimento pelvico e gli altri tessuti a supporto si indeboliscono e uno o più organi fuoriescono dalla loro normale posizione e nel canale vaginale.

Il parto naturale o la menopausa sono le due cause principali del prolasso degli organi pelvici.
Il POP può scatenare anche problemi come difficoltà nell’urinare, urgenza e incontinenza.

2. Ritenzione urinaria

La ritenzione urinaria è l'opposto dell'incontinenza: si hanno problemi nello svuotare la vescica e l’urina residua può causare infezioni.
La ritenzione urinaria è comune tra gli uomini anziani (a causa dell’ingrossamento della prostata) e tra le donne che presentano disturbi neurologici, prolasso o complicanze post operatorie.

Per eliminare i batteri dall’uretra e mantenere il corretto equilibrio chimico nel proprio corpo, è necessario svuotare con regolarità la vescica. Se il normale funzionamento della vescica è compromesso, per svuotarla potrebbe esser necessario ricorrere ad un ausilio esterno, per esempio i cateteri intermittenti.

Una delle cause di ritenzione urinaria è la vescica atonica.

Vescica atonica

Quando i muscoli della vescica sono troppo deboli per permettere la normale fuoriuscita di urina, la diagnosi sarà di vescica atonica (o flaccida). Questo potrebbe accadere in caso di malattie o lesioni neurologiche.

Accade spesso che le persone che presentano vescica atonica (o flaccida) soffrano di ritenzione urinaria cronica. Può insorgere anche incontinenza da rigurgito, una situazione dolorosa e pericolosa in cui la vescica è piena e in tensione ma il paziente non riesce a completare lo svuotamento.

Molte persone con vescica atonica (o flaccida) soffrono di infezioni del tratto urinario (UTI): l’urina che rimane nella vescica, a causa dell’incompleto svuotamento, provoca il moltiplicarsi di batteri.

3. Infezioni del tratto urinario

Le infezioni del tratto urinario (UTI) si verificano quando i batteri hanno la possibilità di crescere e moltiplicarsi nell'uretra e nella vescica. Alcuni segnali che possono indicare la presenza di UTI sono: bisogno improvviso e frequente di urinare, sensazione di bruciore quando si svuota la vescica, dolore, febbre o sensazione di generale malessere.

La metà della popolazione femminile contrarrà nella sua vita almeno un’infezione del tratto urinario e questo succede più spesso nelle giovani donne e in quelle che sono in menopausa.

Il catetere passa attraverso l’uretra perciò per evitare infezioni, chi lo utilizza deve essere molto attento. L’igiene è fondamentale ed è molto importante svuotare completamente la vescica per evitare che parte dell’urina residua provochi il moltiplicarsi di batteri.


Chiedi consiglio al tuo professionista sanitario per scegliere un catetere che sia stato scientificamente provato nel ridurre il rischio di infezioni.

Per aumentare le tue conoscenze sulle UTI abbiamo creato l’app “Stop UTI” in cui troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno. Se esegui la verifica STOP-UTI otterrai le tue raccomandazioni personalizzate per prevenire le UTI.

Scarica l'App UTI

Richiedi i campioni gratuiti 

 


Referenze
Irwin et al., BJU International,2009
Dielubanza, EJ & Schaeffer,The Medical clinics of North America,2011
Foxman et al., The American journal of medicine, 2002
Drake et al. Neurourology and urodynamics, 2016
Center for Urogynecology and Pelvic Floor Disorders, Obstetrics, Gynecology and Women’s Health Institute, Cleveland Clinic, USA

Argomenti: Vescica, Donne e cateterismo, LUTS