Il cateterismo intermittente per le donne

Pubblicato da Cecilia Giordani, 5-ott-2018 11.04.14

Cercami su:

Ci vuole un po’ di tempo per abituarsi al cateterismo intermittente, specialmente per le donne.  Il corpo ha bisogno di adattarsi alla nuova routine.
E questo è vero, sfortunatamente, soprattutto per le donne.
In questo articolo, ti aiuteremo a superare gli ostacoli!

cateterismo donne

Molte donne lottano per anni in cerca di una soluzione ai loro problemi vescicali, senza successo.
Il cateterismo intermittente (CIC) potrebbe essere la soluzione.

Se inizi la terapia nel modo giusto, il cateterismo intermittente diventerà ben presto parte della tua routine quotidiana e migliorerà la funzionalità vescicale!

Cos’è il cateterismo intermittente?

Un catetere urinario è, in pratica, un tubicino realizzato in morbido materiale plastico che si inserisce attraverso l’uretra nella vescica per svuotarla dall’urina. Una volta svuotata la vescica il catetere viene smaltito.

Questa terapia è conosciuta anche come autocateterismo, poiché è praticabile in autonomia, a casa o in qualsiasi altro luogo. Il CIC permette di svuotare la vescica con la stessa frequenza con cui si andrebbe in bagno.

Perché è più difficile per le donne?

  • Trovare l’uretra
    Ad essere sinceri, per una donna non è così facile vedere dove inserire il catetere. Le donne potrebbero riscontrare maggiori difficoltà nell’inserire il catetere. All’inizio potrebbe essere necessario un piccolo aiuto: non temere di fare tutte le domande necessarie al tuo professionista sanitario di fiducia.
    Puoi utilizzare uno specchietto per facilitare la procedura di inserimento. Alcuni cateteri sono molto pratici e hanno dei supporti che permettono di assicurarli alla gamba.
  • Lo svuotamento della vescica fuori casa
    Puoi usare i cateteri anche quando sei lontano da casa, ma può essere stressante se non sai dove trovare un bagno accessibile, specialmente se sei in carrozzina.
    Alcune donne bevono meno per evitare di andare in bagno, ma questa non è una buona idea…
    Una soluzione per praticare il cateterismo fuori casa è usare un catetere con sacca di raccolta integrata, in questo caso avrai solo bisogno di una stanza a tua disposizione.
  • Un altro impegno
    Per alcune persone potrebbe sembrare complicato e dispendioso in termini di tempo: è un impegno che si aggiunge alla propria routine quotidiana.
    Forse ci vorrà un po’ più di tempo all’inizio ma, una volta che avrai stabilito la tua routine personale, si tratterà davvero di pochi minuti in più rispetto a prima.
  • Potrebbe spaventare
    Alcune donne provano vergogna nel ricorrere all’utilizzo di un catetere e vivono la condizione di non urinare normalmente come una perdita di dignità e stima di se stesse.
    L’utilizzo di un catetere ha, per alcune persone, delle ripercussioni sulle relazioni personali e, in molti, pensano sia invasivo e doloroso. Tutte queste preoccupazioni sono normali all’inizio, ma sarà più facile di quanto immagini.
    Il tuo professionista sanitario di fiducia può aiutarti.

Come superare gli ostacoli

  • Provaci davvero
    La tua perseveranza ti farà raggiungere il risultato.
  • La scelta del catetere è importante
    Devi essere certa di fare una scelta consapevole e di valutare prima tutte le opzioni a tua disposizione. È davvero importante trovare il catetere che sia adatto alle tue esigenze e che sia ottimale per l’utilizzo a lungo termine. La superficie è fondamentale!
  • Su misura per te
    La terapia deve adattarsi alla tua routine quotidiana per evitare la sensazione di un'altra cosa da fare.
  • Un buon inizio
    Un buon inizio è fondamentale per avere successo con il cateterismo intermittente.
    Chiedi consiglio al tuo professionista sanitario e pretendi il massimo dal catetere scelto.

Richiedi i campioni gratuiti 

 Abbiamo creato alcune guide e strumenti molto utili che approfondiscono il tema “donne e cateterismo”, cliccando sul link in basso potrai scaricare gratuitamente in formato PDF l'opuscolo dedicato a "Sclerosi Multipla e vescica"

Scarica l'opuscolo EnCATHopedia  “Sclerosi Multipla e vescica”


 

Argomenti: Vescica, Donne e cateterismo