Come l’irrigazione transanale mi ha aiutato a riprendere il controllo del mio tempo

Pubblicato da Marina Colombo, 24-lug-2020 10.45.10

Cercami su:

A seguito di un intervento, Gianluca è diventato paraplegico. Tra le sfide che si è trovato ad affrontare, una delle più importanti è quella legata alla gestione dell’intestino. Anche grazie all'irrigazione transanale (TAI) è riuscito a riprendere il controllo del proprio tempo e delle proprie scelte e per questo si sente di consigliarla a chi si trova ad affrontare sfide simili alle sue. Ne abbiamo parlato con Gianluca, che ci racconta la sua esperienza.

Gianluca

Gianluca ha 46 anni e vive in provincia di Roma. All'età di 40 anni ha effettuato un’operazione chirurgica per l’asportazione di un’ernia che premeva contro il midollo spinale e gli esiti di questa operazione lo hanno portato a divenire paraplegico.

Quella che vivo attualmente è sicuramente una vita diversa rispetto a quella di prima e le difficoltà che mi trovo ad affrontare sono molte. All'inizio sembravano giganti e ora continuano comunque a sembrare grandi, tra queste ritengo che la gestione dell’intestino abbia un peso specifico davvero importante.

Prima di iniziare a praticare l’irrigazione transanale (TAI) Gianluca passava tantissimo tempo in bagno, sempre di più, e questo condizionava notevolmente ogni decisione di vita, ogni scelta.

Contattaci per maggiori informazioni

Nel centro dove ho fatto la riabilitazione, quando le condizioni lo hanno permesso mi hanno proposto la metodologia dell’irrigazione transanale. All'inizio è stata dura accettarla e attuarla anche se ne intravedevo i vantaggi. Dopo un bel po’ di fallimenti mi è stato proposto un sistema elettronico per la TAI, che uso da circa un anno e qualche mese.
Anche se la mia esperienza con questo sistema è breve, posso dire di notare già i primi buoni risultati. Questi sono sopraggiunti pian piano e dopo circa 6-8 mesi di uso costante sono sicuramente apprezzabili in termini di migliore qualità della vita.

La sua esperienza con la terapia TAI è molto positiva: Gianluca è molto soddisfatto e ci spiega nel dettaglio i motivi.

Quello della TAI è sicuramente un percorso impegnativo e l’ho affrontato con costanza, grazie anche al supporto dei collaboratori di zona che mi hanno aiutato con le istruzioni per l’utilizzo. I primi risultati stanno arrivando e sono oggettivamente importanti, non da ultimo per i riflessi sulla gestione della vescica. Le infezioni urinarie a cui ero spesso soggetto sono diminuite notevolmente, e con esse la quantità di antibiotici che dovevo assumere. Tutto questo ovviamente si ripercuote positivamente sulla mia vita sociale.

Gianluca consiglia la TAI a chi vuole recuperare la tranquillità e riprendere il controllo del proprio intestino:

Il sistema elettronico per l’irrigazione transanale mi rassicura notevolmente attraverso la sua tecnologia di utilizzo e di monitoraggio. Per questo voglio consigliarlo, raccomandando a chi lo prova di avere una buona dose di costanza e pazienza all'inizio, con la fiducia che andrà sempre meglio, che i tempi di utilizzo si ridurranno e sarà possibile farci sempre più affidamento.

Contattaci per maggiori informazioni

Argomenti: Gestione dell'intestino, Testimonianze, Transanale Irrigation (TAI)