Siamo al fianco dei nostri utilizzatori con i servizi Wellspect With You

Pubblicato da Redazione Wellspect, 12-apr-2022 15.52.38

Wellspect With You è la nostra vasta gamma di servizi che propone un’assistenza personalizzata, l’educazione terapeutica, il supporto all’erogazione della fornitura e l’Esperto alla Pari. Sono rivolti a tutti coloro che vivono una particolare condizione e che per questo motivo utilizzano cateteri intermittenti e/o dispositivi per l’irrigazione transanale e soddisfano bisogni informativi, educazionali e di accessibilità agli ausili.

Fabio Raimondi

In Wellspect, le soluzioni terapeutiche e i servizi sono sviluppati insieme a te, per aiutarti a dimenticare le preoccupazioni e proseguire con la tua vita. Per darti più tempo per fare ciò che ami fare, più tempo per la vita.

Ascoltiamo i nostri utilizzatori e nel caso tu viva con una lesione del midollo spinale, la spina bifida, la sclerosi multipla o qualsiasi condizione che richiede l'uso di cateteri intermittenti per lo svuotamento della vescica o di un dispositivo per l'irrigazione transanale (TAI) per liberare l'intestino, potresti aver riscontrato che molte delle tue domande, preoccupazioni e timori non sono pienamente compresi e chiariti. Qui approfondiremo una delle nostre componenti del programma Wellspect With You: l’Esperto alla Pari.

Cos'è il supporto alla pari e perché è utile?

Anche se le conoscenze e le informazioni sulla gestione dei problemi relativi alla vescica e all’ intestino sono diffuse gli utilizzatori con cui abbiamo parlato hanno chiaramente espresso il bisogno di una maggiore consapevolezza. Abbiamo quindi voluto mettere a disposizione di tutti quanti vorranno richiederlo il supporto dei nostri Esperti alla Pari.

“Tutti dovrebbero essere in grado di raccontare i loro problemi, siano essi fisici, mentali o emotivi.”

Renée Torndal

In Svezia, Wellspect ha una collaborazione consolidata con Renée Torndal dal 2016, utilizzatrice, coordinatrice e terapista cognitivo comportamentale in un centro di riabilitazione.

Renée che vive con una lesione del midollo spinale da dieci anni ha riscontrato che alcuni aspetti importanti relativi alla funzione vescicale e intestinale rimanevano irrisolti. Poiché è una condizione che ha un impatto rilevante su tutti gli aspetti della vita di una persona, è necessario un approccio olistico. Come parte del suo lavoro, Renée visita centri di riabilitazione e le associazioni di persone con lesione spinale, e parla sia con i pazienti che con il personale sanitario dei problemi che si trovano ad affrontare le persone, e di come possono ottenere aiuto e riprendere il controllo. Spesso, una mano si alza tra il pubblico, volendo approfondire questi problemi, seguita da molte altre.

"Quando entro su una sedia a rotelle e comincio a parlare dei problemi reali, creo una connessione, perché chi mi ascolta è consapevole che conosco in prima persona di cosa sto parlando - so come stanno le cose".

La formazione di un utilizzatore sul cateterismo intermittente (CIC) e sull’irrigazione transanale (TAI) varia da Paese a Paese, e anche l'aderenza alla terapia può essere differente - spesso a seconda di quanto accuratamente la persona viene assistita. L’appropriatezza terapeutica fa una vera differenza per la qualità della vita degli utilizzatori, ma è un miglioramento che è complicato raggiungere se non si riceve il giusto supporto e la giusta formazione.

“Per esempio, un utilizzatore potrebbe non usare un sistema per l’irrigazione transanale perché non sa come gestirlo - prova tre volte e conclude: "non ha funzionato". Io mostro agli utilizzatori come procedere – facciamo delle prove, cambiamo la postura e l’ambiente, in modo che sia un momento totalmente personale, e loro continuano ad usarlo grazie ai benefici che hanno nella loro quotidianità”

Più e più volte, Renée ha visto un effetto valanga alle sue presentazioni; perciò, ha deciso di fondare un gruppo su Facebook per persone con una lesione spinale. In collaborazione con Wellspect, Renée sta guidando un'iniziativa per la propria community con l’obiettivo di riunirsi, condividere e sostenersi a vicenda. E il nome di questo progetto? Elefanten i rummet - l'Elefante nella stanza.

Ed è davvero urgente visto che la pandemia ha visto i servizi essenziali ridistribuiti in prima linea; quindi, c'è un'enorme richiesta da parte degli utilizzatori di informazioni, formazione, e supporto.

Nel Regno Unito, Bev Collins, un'infermiera specializzata esperta, ha collaborato con Kerry Lloyd, che usa i prodotti per CIC e TAI. Kerry ha la sclerosi multipla e ha dato consigli ad altri utilizzatori su come orientarsi nell’ambito dei servizi sanitari e su come usare i prodotti.

“Quando un'infermiera dà un consiglio a qualcuno, a volte può sembrare un po' paternalistico.”

         Bev Collins, infermiera professionale

"E questo non significa che non abbiamo autorevolezza come infermieri, ma a volte penso che sia semplicemente più gradito all’utilizzatore sentirselo dire da qualcuno che si trova nella sua stessa situazione" dice Bev.

Kerry fa sia il CIC che la TAI e vorrebbe rassicurare gli altri utilizzatori e aiutarli a risolvere le loro preoccupazioni. Ha molto più peso e penso che sia anche molto più coerente quando qualcuno nella stessa situazione, in grado di immedesimarsi completamente, può ascoltare e consigliare rispetto a quando un operatore sanitario cerchi di rassicurare.

Iniziando con solo Kerry che consigliava da donna a donna, la rete si è espansa fino a una squadra di cinque persone, con due uomini che si sono uniti di recente. Tra gli utenti, vi sono un Marketing Manager di Wellspect, un ex paraolimpico e un coordinatore infermieristico di Wellspect, Come dice Bev: "Non si può negare il potere di una testimonianza diretta da parte dell'utilizzatore."

Anche in Italia è disponibile il supporto alla pari. Fabio Raimondi è il nostro Esperto alla Pari che, grazie ad una specifica formazione di counselling, si occupa di attività di supporto individuale e progetti di inclusione sociale che nascono dalla valorizzazione della sua esperienza condivisa e messa a disposizione di utilizzatori e care-giver.

Per Fabio, l’avvio di questo nuovo servizio rispecchia la filosofia che Wellspect promuove da ormai diversi anni, ossia “fare la reale differenza” per tutte le persone che hanno necessità dei nostri prodotti e dei nostri servizi. Condivido la mia esperienza, ormai trentennale, a 360 gradi, rispondendo a semplici domande di qualsiasi genere oppure soltanto ascoltando, perché un consiglio e anche una semplice “chiacchierata” con chi certe situazioni le ha già vissute oppure le sta vivendo può darti la forza di accettare una certa situazione e può darti quella motivazione in più ...in poche parole può significare... più tempo per la vita.

Come attivare il servizio? È molto semplice, basta collegarsi al seguente link:

Richiesta di attivazione esperto  alla pari

 

Argomenti: Wellspect With You