VelaVia, l'associazione nata dalla comune passione per la barca a vela

Pubblicato da Cecilia Giordani, 18-giu-2018 11.26.27

Cercami su:

VelaVia nasce nel 2016 dalla passione di un gruppo di persone per la barca a vela e dal desiderio di portare il proprio territorio a soddisfare le esigenze e i bisogni di tutti. posterMostra_Tagliata

 

VelaVia è un'Associazione Sportiva Dilettantistica nata per finalità sportive o ludiche nell'ottobre del 2016 da un gruppo eterogeneo di velisti e regatanti e ha lo scopo di insegnare alle persone il mare.

Il mare, il vento e la barca a vela dal 2016 sono esperienze che l’associazione prova a rendere accessibili a tutti grazie alla collaborazione con Marinando Ravenna che, da quasi 10 anni, è protagonista della promozione di molti progetti volti al superamento delle barriere e dei limiti che spesso, nella vita di tutti i giorni, costituiscono un ostacolo per molti, non a caso il loro motto è: Il Mare libera tutti

Abbiamo conosciuto e intervistato Francesco Paolo Pontone, dell'associazione VelaVia che ci ha raccontato e fatto conoscere meglio le attività dell’associazione:

Un'esperienza in barca a vela è molto di più che una gita in mare aperto, bisogna rispettare gli spazi comuni e il gruppo con cui si lavora. La barca, con i suoi spazi ristretti, ti invita a collaborare, condividere e fare gruppo: è un lavoro di squadra.

 

 

Quando rientriamo in porto, al termine di una giornata in barca, la cosa più bella per noi, è essere riusciti a far provare emozioni, sorpresa e meraviglia, aver trasmesso qualcosa, aver creato quella voglia di lavorare insieme in team e, infine, ma non certo per ultimo, leggere nello sguardo dei partecipanti il desiderio che arrivi presto la prossima uscita!

La barca a vela può essere uno strumento per mettersi alla prova, superare delle barriere che spesso sono personali e psicologiche. Francesco racconta che a volte alcune persone temono di soffrire il mal di mare:

Alcuni non sono pronti ad affrontare la vastità del mare, in particolare quando i riferimenti fissi che abbiamo a terra iniziano ad essere lontani. C'è un modo per superare queste paure: saper ascoltare la natura e, quando si va per mare, ciò consiste nell'osservare le nuvole, percepire il vento e la sua direzione.

VelaVia, insieme all’associazione Marinando, negli anni si è messa alla prova dando vita anche a progetti dedicati a persone disabili:

La prima volta è stata davvero facilitata dalla guida attenta delle persone che fanno parte di Marinando Ravenna e che conoscono perfettamente le difficoltà e le barriere che bisogna superare quando ci si trova di fronte a ostacoli che sembrano insormontabili.

E se decidessimo di provare l’emozione di una giornata con il team di VelaVia, cosa dobbiamo aspettarci?

La giornata tipo in barca a vela, prevede un piccolo briefing nel quale viene illustrato l'esercizio o l'uscita in programma: cosa faremo, dove andremo a navigare, quello che bisogna fare dal momento in cui molleremo gli ormeggi attraversando i canali del Marina. 

 

Dopo il briefing si va sul pontile dove sono ormeggiate le barche e, in caso di utilizzo delle piccole imbarcazioni, queste devono essere prima armate (vele e attrezzature), poi si passa all'imbarco dell'equipaggio e si salpa per la navigazione.


Al rientro si discuterà tutti insieme della giornata, verranno condivise emozioni e sensazioni che i partecipanti hanno provato.

Questa estate tutti potranno provare l’esperienza del mare aperto grazie all’iniziativa ‘Velo anch’io’ promossa dalle associazioni VelaVia e Marinando, con il supporto incondizionato di Wellspect HealthCare.

Scarica la locandina e scopri come trascorrere una giornata in barca a vela

Scarica la locandina 'Velo Anch’io'

 

Argomenti: Wellspect Sport, Sport