Connie: ritornare a vivere serenamente grazie alla TAI

Pubblicato da Cecilia Giordani, 29-giu-2020 10.00.00

Cercami su:

A seguito di un’operazione per un tumore alla schiena, Connie ha sviluppato alcuni problemi intestinali, ma è riuscita a trovare una soluzione che la aiuta a vivere serenamente. Grazie alla TAI è riuscita a migliorare la qualità della sua vita e ha deciso di condividere con noi la sua storia.

Connie-TAI

Connie ha 66 anni, è sposata e vive con la sua famiglia in una piccola località danese. Ha sempre praticato attività fisica e condotto una vita sociale attiva. Si è però dovuta prendere una pausa da tutto questo nel 2015, quando le è stato diagnosticato un tumore benigno alla schiena che le è stato poi rimosso con un’operazione.

8 volte al giorno in bagno

Dopo l’operazione, anche se era stata preparata a questa eventualità, Connie ha perso il controllo di vescica e intestino – un vero shock per chiunque. Come dice lei stessa, “perdere il controllo non è un’esperienza piacevole”.

Nel periodo successivo all’operazione Connie è stata ricoverata per 3 mesi presso il Centro spinale di Hornbæk, in Danimarca. La riduzione della peristalsi l’ha portata ad andare più spesso in bagno, fino a 8 volte al giorno, senza che questo portasse a uno svuotamento completo, nonostante le medicine per stimolare il moto intestinale.

La prima esperienza con l’irrigazione transanale (TAI)

Quando Connie ha scoperto l’irrigazione transanale (TAI), una terapia che non richiede farmaci e che consiste nell’irrigazione dell’intestino con acqua, il primo approccio non è andato come lei sperava: i palloncini utilizzati nella procedura si sono rotti in più di un tentativo e questo ha portato Connie a perdere la motivazione. In seguito al peggioramento della sua condizione, la decisione di sottoporsi a stomia le sembrava l’unica strada da percorrere.

Nell’attesa dell’operazione, Connie ha provato ad usare un anal plag, riuscendo a ritrovare un po’ di sicurezza: è così riuscita a tornare a nuotare nell’oceano! Per la maggior parte della sua vita era solita andare a nuotare ben 2 volte a settimana e per lei dover rinunciare del tutto a questa attività per la preoccupazione di eventuali perdite non era affatto facile.

Scarica la guida "La vita con l'irrigazione transanale"

Una soluzione che funziona

Un giorno l’ospedale di Hornbæk ha contattato Connie per informarla che era disponibile un nuovo sistema per eseguire la TAI. L’ospedale le ha chiesto se voleva testarlo prima di sottoporsi all’impegnativa operazione per la stomia. Connie ha preso immediatamente un appuntamento in clinica dove ha ricevuto la formazione sul nuovo sistema per la TAI, il quale includeva anche l’uso di una app. Il test si è rivelato un vero successo: finalmente una soluzione efficace.

Connie afferma:

All’inizio praticare la TAI può sembrare una sfida, ma è un aiuto importantissimo per svuotare l’intestino ed è così facile da usare!

Ritrovare la tranquillità

Ora Connie utilizza la TAI tutti i giorni. La procedura le richiede in tutto dai 30 ai 45 minuti, incluso il montaggio del sistema, l’irrigazione e lo smontaggio.

Da quando ha preso confidenza con il nuovo sistema si è trovata completamente a suo agio e ha potuto riprendere ad andare in piscina e svolgere tutte quelle attività che le stavano a cuore.

Per lei è stato fantastico ricominciare ad andare in vacanza e tornare a fare tutte quelle semplici cose che fanno le altre persone, come pranzare fuori con suo marito, senza imprevisti.

Connie sente di aver riconquistato la sua autonomia ed è così soddisfatta della sua nuova routine che si sente assolutamente di consigliare la TAI:

Il mio solo consiglio è di avere un po’ di pazienza e tutto andrà benissimo.

 

Scarica la guida "La vita con l'irrigazione transanale"

Argomenti: bowel disorder, Testimonianze, Transanale Irrigation (TAI)